« Torna indietro

Dalla Subfornitura alla relazione con il cliente

Nessuno si preoccupi. Sempre di relazioni lavorative parliamo. Ma è certamente un’evoluzione reale, quella che abbiamo vissuto in Rubbi carpenteria meccanica di precisione. Già all’inizio degli anni ’90 noi figli, Massimo e Maria Luisa, arrivati da poco in azienda e prosecutori dell’attività di papà Antonio Rubbi, avevamo notato che c’era in atto una trasformazione e un forte cambiamento nei rapporti di subfornitura.

Le aziende committenti ricercavano sempre più fornitori qualificati, di primo livello, capaci di evolversi sia dal punto di vista tecnologico che qualitativo con processi produttivi moderni e competitivi, capaci, in estrema sintesi di assicurare un rapporto ottimale tra costo e particolare di carpenteria prodotto, lavorato ed assemblato. Non più insomma una subfornitura esclusivamente di quantità ed episodica. Insomma dagli anni ’90 in poi, le aziende committenti desideravano “esternare” anche alcuni contributi tecnologici e processi di scambi informativi sulle tecnologie stesse e sulle capacità di assicurare livelli di qualità sempre più elevati.

E oggi? Oggi quello che le imprese richiedono alle aziende di subfornitura sono essenzialmente varie condizioni o competenze:

  • tecniche e tecnologiche
  • di relazione (rapporto forte)
  • organizzative
  • quantitative e qualitative

Noi siamo certi di rispondere a queste condizioni e di avere le giuste competenze. Perché ne siamo sicuri? Perché abbiamo clienti consolidati e fidelizzati, perché investiamo in nuove macchine e attrezzature che ci consentono di ricalcolare i costi produttivi adeguandoli alle nuove esigenze economiche, perché, infine, lavoriamo con la stessa passione del nostro fondatore. E dove c’è passione c’è successo

Un grande saluto a tutti quelli che ci seguono.

 

MEMBRO DEL CONSORZIO



PANORAMICA MANUFATTI PRODOTTI